UP & DOWN DELLA SETTIMANA

DA LUNEDI’ 11/3 A DOMENICA 17/3

 

                             UP

 

MATTEO ZACCHERINI

Facile come battere un rigore senza portiere, menzionare l’ amico Matteo  nell’ Up settimanale . Due interpretazioni top, quella di Firenze ad inizio settimana, con il qualitativo Frastuono  Grif, cavallo che a percorso netto avra’ modo di  mettere a segno tante  altre vittorie. Matteo l’ ha guidato in punta di dita, prendendosela con calma a partire, un primo parziale per accomodarsi in scia al leader e un secondo per attaccarlo in retta e passare nel tratto finale.

A Roma con la sua ‘volante’ Balalaica Matto e’ riuscito al via a rientrare ad alcuni avversari mantenendo il comando, ha gestito lungo il percorso , facendo bene i propri conti e salvandosi nel finale.

Non si scopre certamente l’ acqua calda, menzionando la bravura del gentleman bolognese, ma la sua tempistica nelle scelte e’ sempre azzeccata e le mani fanno la differenza.

Complimenti Matteo!

 

ENRICO COLOMBINO

Quarto sigillo nell’ annata per il gentleman piemontese, la vittoria ad inizio settimana, a Torino, con Vicky Cup e’ unica nello svolgimento. Caterve di rotture lungo il percorso, agganciamenti  ed altro, hanno fatto si’ che il dieci anni non abbia preso parte alle schermaglie iniziali per rimanere costantemente a centro gruppo. Nella retta di fronte ha guadagnato terreno senza abbandonare mai lo steccato ed in retta ha trovato un’ ‘autostrada’ bucando tutti e vincendo nettamente , facendo ritrovare al figlio di Igor Font , la vittoria che mancava da circa un anno.

Complimenti al gentleman torinese per essersi trovato pronto a colpire inesorabilmente.

Ad Enrico tantissimi complimenti!

 

FILIPPO ESPOSITO

Come un ‘ orologio svizzero con pilotate perfette e redditizie, un 2024 iniziato nel migliore dei modi. Con il suo ‘ gioiellino’ Vasco Dany Grif , nel centrale a Napoli,  la solita interpretazione senza alcuna sbavatura. Lesto a partire spendendo un 27.8 per assumere il comando, ha centellinato i parziali arrivando a un km passato in 1.13.7 , salvandosi ancora bene sin sul palo.

L’ ho ripetuto gia’ piu’ volte, molto bravo, ragazzo che sa’ il fatto suo, una linea di risultati piu’ che positiva, lo reputo attualmente nel mio ‘top five’ della categoria gentlemen.

Sinceri complimenti Filippo!

 

ELENA VILLANI

Ad Aversa la ‘Queen’ con la sua quattro anni Elena La ha colto la 499 vittoria per poi ,con Ananas jet, in professionisti arrivare al fantastico traguardo di 500 vittorie.

Ben 500  le vittorie in carriera per la brava amazzone napoletana.

Tanti bellissimi aggettivi accompagnerebbero Elena Villani , uno su tutti, guerriera, sempre pronta a colpire ed esultare  sul traguardo.

Che dire? Complimenti a go-go!

 

MILLE ZANICHELLI

Altro gentleman che ho il piacere di mettere in risalto e’ l’ amico , allevatore e appassionato, Mille Zanichelli. Uscito da un lungo letargo , aveva ritrovato l’ entusiasmo cogliendo due validissimi successi , ambedue al comando, con Carlos Di Ruggi,  poi per Mille qualche piazzamento e nulla piu’.

Finalmente il timbro a Padova con il suo portacolori Delivery Dei Mag.

A grossa quota di 30/1, con percorso interamente all’ esterno ed in retta castigando  Resole Matto che ai 400 finali era sfilato al comando.

Prestazione da incorniciare di Delivery Dei Mag , 2.01.0 fatti bene e’ un buon viatico per il futuro.

Per Mille, un’ iniezione di fiducia per i prossimi impegni.

All’ amico Mille un saluto e tanti complimenti!

 

                         DOWN

 

GRAZIANO REGGIANI

Perplessita’ sull’ interpretazione di Graziano a Milano , in sediolo al suo 12 anni Troi Holz , cavallo dalle mille battaglie , ma , secondo il mio punto di vista,  al tramonto della sua  onorevolissima carriera.

Alla Maura, dopo una brillante partenza tra gli elastici ed aver preso l’ iniziativa, non ha ‘ mollato’ l’ allievo di Marchino , spendendo un notevole  44.6 per  poi cedere di schianto ai 350 finali.

Una settimana prima a Torino  , aveva  ‘mollato’ in 200 metri Uragano Op per dire basta al mezzo giro finale.

Penso che i dodici anni si facciano sentire per un vecchio leone come Troi Holz e credo che Graziano  chieda a lui  un compito assolutamente severo, almeno ad oggi.

Auguro al gentleman emiliano  di  ripresentarsi (  magari con Troi Holz) piu’ competitivi di quest’ ultimo periodo!

Un caro saluto a Graziano e l’ augurio di un pronto riscatto!