UP & DOWN DELLA SETTIMANA

DA LUNEDI’ 6/5 A DOMENICA 12/5

 

                        UP

 

ELENA VILLANI

La Queen che a suon di vittorie fa’ impazzire l’ Italia intera, ad Aversa, in occasione della 10^ giornata gentlemen, ha ‘sfornato’ un quadruplo da urlo. Quattro vittorie esaltanti, nette  e con rette d’ arrivo  in pieno controllo. 

Elena ha messo subito in chiaro le cose vincendo le prime due prove con la sua Easy Magic Bks e con il dieci anni Va’ Pensiero Gar, ambedue trottate al comando,  per poi chiudere il convegno portando al successo  prima   Camelia Jet  (che con la cat. G non ha niente a che fare)  ,poi con il suo ‘vecio’  potente, ma non sempre disponibile Vireo Jet che ritrova un primo piano dopo sette mesi.

Questo ennesimo sigillo, ripaga in parte l’ amara trasferta a Malta per il Campionato Europeo amazzoni.

Troppo facile fare i complimenti all’ amazzone napoletana , ci regalera’ ancora tante chicche e saremo sempre pronti a menzionarla.

Chapeau Elena!

 

ANNALISA CONSOLI

Da un’amazzone all’ altra. Per Annalisa secondo successo in carriera , dopo quella a Treviso con Canal Grande Rob, aggiunge quella con il suo Eldo Di Cavallina. Chiacchierato gia’ dalla mattinata, con la penultima prestazione assai brillante, esistevano le basi per un imminente successo che puntualmente e’ arrivato.

Lo schema di corsa venuto a pennello, dietro il leader , attaccato a fondo nel mezzo giro finale dall’ allievo di Zorzetto, per Annalisa non c’era altro da fare che venir via dai paletti per raggiungere il nuovo battistrada e andarsene a vincere facile facile. Non si vede spesso la timida Annalisa  impegnata in corsa, lei preferisce interpretare i suoi effettivi ed immagino che il suo Eldo Di Cavallina gli abbia regalato dopo Canal Grande Rob un’ altra immensa soddisfazione, coronata in piu’, nello stesso giorno, dalla vittoria del suo compagno Manuel con Filip Code.

Complimenti Annalisa!

 

SALVATORE PAMPILLONIA

Perfetta la sua interpretazione, nella sua Palermo, in sediolo a Brillant Axe .

In un’ inedita corsa sui 3000 metri, ha colto una felicissima partenza, si e’ districato alla grande nel traffico , aspettando il momento propizio per lanciare il sette  anni in terza ruota  e far un solo boccone degli avversari.

Reputo, a parer mio, Salvatore Pampillonia, un gentleman molto valido che improvvisa ottimamente soggetti  anche difficili  e con poca carta.

Al gentleman siciliano complimenti a go-go.

 

 

FRANCESCO CHIRICO

Prima vittoria in carriera per  Francesco Chirico, a Napoli , in sediolo alla sua Fallas Mail. Scelta perfetta,dopo essersi assicurato lo steccato, di mandare, pedinare il leader sino all’ entrata in retta e a meta’ di questa  batterlo nettamente.

Non solo il primo timbro  per il giovane gentleman  campano, anche il primo successo in carriera per la figlia di Nesta Effe. Complimenti Francesco augurandoti che sia il primo di una lunga serie di vittorie.

 

MARCELLO BECCI

La vittoria a Modena con il suo dieci anni Volton Jet ha finalmente regalato una meritata soddisfazione al gentleman marchigiano. Una partenza ale’ ale’ con l’ allievo di Zanichelli, poi mandato, un 43.0 di spesa, 1.15.0 e spiccioli il km e appena in retta trovando  la destra libera  , se ne e’ andato a vincere in scioltezza.

Dopo uno stop forzato di quasi tre mesi , finalmente la prima vittoria nell’ annata di Marcello e coincidenza  proprio con Volton Jet aveva colpito a Civitanova all’ incirca proprio un anno fa.

Non posso che esprimere i piu’ cari complimenti all’ amico Marcello.

 

 

 

                          DOWN

 

MICHELANGELO FRANZESE

Non mi ha convinto assolutamente l’ interpretazione di Michelangelo in quel di Napoli ad inizio settimana con Esmeralda Grif. Anche se il betting, in questo caso sorrideva all’ allieva di Franzese, non mi e’ piaciuta la testardaggine per rimanere al comando, con ai fianchi l’ allievo della Villani che non demordeva dal suo attacco .Ne e’ scaturito un vertiginoso 41.0 per i primi 600, 1.12.2 il km per cedere a meta’ retta , raccogliendo un misero terzo posto.

In conclusione, ottima prova per la figlia di Nad Al Sheba, da rivedere l’ interpretazione di Michelangelo.

Da una cavalla , positiva , ma assetata di vittorie dopo ben  35 presenze in carriera, doveva essere l’ occasione buona per cavarsi l’ antipatica qualifica di maiden , che rimandera’ ancora e spero per breve tempo.