L’ INTERVISTA : UNA CHIACCHIERATA CON…  VITO ANTONIO PUNZI

 

Altro gentleman pugliese con il quale ho il piacere di scambiare due chiacchiere e’ Vito Antonio Punzi, molto positivo in pista ed altrettanto fuori  regalandoci questa intervista .

Eta’ :54 anni.

Club di appartenenza , la Puglia.

Possiede il patentino di categoria dal 2012 e ha conseguito circa 25 vittorie.

Per ora il successo piu’ prestigioso e’ il Trofeo Coppa Puglia di qualche settimana fa , al Paolo VI di Taranto, con  Camelot Grif , entrando come riserva.

Svolge l’ attività  di libero professionista.

Ha due cavalli di  proprieta’.

Una passione nata dalla vicinanza all’ ippodromo e dalle assidue  frequentazioni dello stesso con gli amici con i quali condivide l’ amore profondo per questo animale.

La sua cavalla del cuore rimarrà per sempre Syrma ,comprata e tenuta sino a fine carriera ed ora fattrice.

La vittoria  importante e l’ interpretazione perfetta  con Camelot Grif e’ quella  che per ora il ricorda piu’ di altre.

A Taranto con Zlatan Op quella  piu’ deludente. Un errore allo stacco della macchina ha precluso la possibile vittoria. Ci sperava tanto !

Vito mi confida che non smetterà mai di ringraziare Giuseppe De Filippis , Vincenzo Tufano e Marcello Mangiapane per i risultati sin ora ottenuti  e per l’ amicizia vera che regna fra loro.

Un aneddoto curioso: a Casarano in sulky alla bisbetica Zaira Font, ha rifiutato di allinearsi dietro la macchina, dopo due partenze richiamate, ando’ in testa per vincere facile.

Ricorda pure la vittoria a Montegiorgio con Boris Diaw e tanto piu’ le indicazioni precise di Vincenzo Tufano  nel pre corsa, di andare al comando e rimanerci sino alla fine, e cosi’ e’ stato.

Un sogno ,  quello di essere in sulky al campionissimo Vernissage Grif e anche per il debole che ha per i cavalli sauri.

In conclusione di intervista il sogno personale del gentleman pugliese e’ quello  che l’ ippica torni un’ attività  d’ elite , non certo immediatamente , ma che si inizi un percorso migliorativo.

Un piacere aver conosciuto Vito , un grazie per l’ intervista rilasciata e l’ augurio di migliorarsi sempre di più  ma soprattutto di continuare a divertirsi in pista! 

Grazie Vito !