L’ INTERVISTA – QUATTRO CHIACCHIERE

CON… CARLO BONFIGLIOLI

 

Altro neo gentleman che non ha tardato a colpire nel segno. Carlo Bonfiglioli, giovane, simpatico ,un piacere scambiare quattro chiacchiere con lui , tra una risata e l’ altra , ne e’ venuto fuori questo:

 Eta’ 41 anni.

Club di appartenenza Emilia Romagna. Professione – agente di commercio.

La passione per l’ ippica è nata in famiglia, i genitori assidui frequentatori dell’ ippodromo, il padre noto proprietario ; Carlo li ha seguiti prima in tribuna e poi nelle scuderia ed proprio  qui che ha conosciuto ed ha stretto amicizia con il grande ed indimenticabile Roberto Andreghetti , un vero mito per il neo gentleman che lo ha invogliato ancora di più ad entrare in questo fantastico mondo.

Da settembre e’ in possesso del patentino di categoria ,ha conseguito la prima vittoria qualche mese fa, dopo i tre successi nel Circuito delle Stelle.

Tre sono i cavalli di proprietà .

Il fine settimana raggiunge il centro di allenamento di Battista Congiu (Bat per gli amici) e di Maurizia Bertolani dove si diverte in pista ad allenare i suoi effettivi.

La cavalla del cuore e’ Azzurra Gad che benchè non fosse una campionessa, ha regalato a Carlo la prima gioia , nel Trofeo delle Stelle a Modena con uno spettacolare  zig-zag nel mezzo giro finale , rientrando nel finale a Rene’ D’ Orio.

Deluso invece della sua interpretazione a Napoli in sediolo a Universo Jet , solo un quarto posto , quando le ambizioni erano ben altre.

La “scarrierata “di risate quando Carlo ha iniziato a raccontare gli aneddoti.

Tanti, fra i quali quello più divertente quando un giorno raggiunse in treno Ravenna per assistere alle mattinè non andando a scuola e suo padre gli telefono’ perche’ gli sembrava di averlo intravisto all’ ippodromo e Carlo rispose, no assolutamente..sono a scuola!

Altro aneddoto , dopo l’ennesima fuga da scuola , raggiunse  l’ Arcoveggio per assistere ai partenti , dove con sorpresa e un po’ di sfortuna trovò di nuovo il padre.

Mi sembra evidente che Carlo non puo’ resistere al richiamo dei cavalli!

Sono seguiti tanti altri aneddoti e davvero tante risate.

Con tutti i colleghi ha un piu’ che ottimo rapporto, forse quello a cui è piu’ legato è l’ amico Patrik Romano.

Tra le ambizioni c’è sicuramente quella di vincere con un cavallo targato Muttley per regalare una soddisfazione a Battista e Maurizia che ne sono gli allevatori , mentre il sogno nel cassetto non puo’ non essere quello di vincere l’ ambito Federnat.

E’ senz’ altro presto per pensare in grande , ma è anche giusto che sia così e noi auguriamo  a Carlo  di realizzarlo il prima possibile !